Occhio Pavese, Notizie Voghera

Giovedì, 14 Dicembre 2017
Ultimo agg: 13 Dicembre 2017, 18:21
Facebook Twitter Instagram

Doppietta di Romano: l’OltrepoVoghera vola al Parisi

Il Varese pareggia e in 11 contro 10 prova il tutto per tutto, ma contro i giovani rossoneri non c’è nulla da fare.

Serie D, girone A: OLTREPOVOGHERA – VARESE / 2-1 (primo tempo, 1-0)

OLTREOVOGHERA (3-5-2): Cizza; Allodi, Di Placido, Bettoni; Colombini (51’ st Guasconi), Maione (36’ st Belluzzo), Bertelli (1’ st Monopoli) Chimenti, Aramini; Romano (45’ st Pozzi), Bondi (34’ st Tresca). A disposizione: Baldaro, Zhury, Brega, Guasconi, Di Palma. Allenatore: Balestra.
VARESE (4-4-2): Bizzi; Careccia, Rudi, Ferri, Arca; Rolando (46’ st Bruzzone), Monacizzo (35’ st Magrin), Battistello (38’ st Melesi), Repossi; Molinari (20’ st Lercara), Longobardi. A disposizione: Frigione, Simonetto, Granzotto, Ftaus, Zazzi. Allenatore: Iacolino.

ARBITRO: Votta di Moliterno. Assistenti: Tomarchio di Ravenna, Cappelli di Lugo di Romagna.

MARCATORI: 44’ pt e 27’ st Romano (OV), 2’ st Longobardi (VA).

NOTE: Giornata soleggiata e ancora tiepida. Ammoniti: Chimenti, Bondi, Di Placido, Tresca (OV). Espulsi: 31’ st Chimenti per doppia ammonizione (OV) e al 38’ st l’allenatore in seconda (OV), Mauro Guaraldo, per proteste. Angoli: 5-3 per l’OltrepoVoghera. Recupero: pt 1', st 6'. Spettatori: 800 circa, con rappresentanza biancorossa (presenza anche di una trentina di ultras varesini) che a fine gara ha atteso i giocatori del Varese fuori dallo stadio per protestare con loro.


VOGHERA (PV) - Anche il Varese s’inchina al Parisi, ma soprattutto all’OltrepoVghera. Che anche in 10 uomini (espulso Chimenti per doppia ammonizione al 31’ della ripresa, sul risultato di 2-1 per i rossoneri) è riuscito nell’impresa di stringere i denti e respingere gli assalti finali dei biancorossi di mister Iacolini, contestati e sotto processo a fine gara dai propri tifosi, prima gli ultras della gradinata, poi da quelli della tribuna laterale. Ultras che non contenti si sono messi in attesa (con cori e sfottò) a fine gara, nel piazzale dove c’era l’uscita delle due squadre, ad attendere i propri giocatori che per una questione di ordine pubblico sono stati fatti uscire da una porta secondaria, scorati dalla polizia. I numeri dicono che il Varese subisce sempre gol e che l’OltrepoVoghera nelle difficoltà di esalta. Senza D’Aniello e Coccu per infortunio dall’avvio e poi senza Chimenti espulso, è riuscito a stare bene in campo, a non scomporsi mai, ad andare in vantaggio, a resistere (prima) all’avvio del Varese che ha calciato in porta con Longobardi e scheggiato un palo con Molinari, e poi a non sbandare, quando Longorbardi dopo 2’ dall’avvio della ripresa, ha pareggiato. 

La squadra, giovane di mister Balestra, è stata bene in campo. Non si è scomposta, non si è abbattuta, anche dopo l’1-1, è tornata a giocare come sa. Stretta tra le linee, ma a rischio in difesa, è ripartita con folate improvvise che hanno messo in difficoltà gli esterni del Varese, sia a destra ma soprattutto a sinistra, dove Aramini ha spesso infierito. Così facendo è arrivato il secondo gol di Romano, che ha firmato la seconda doppietta del campionato, dopo quella con il Castellazzo. Non solo per lui le due reti, ma una gara di cuore, di piglio, di concentrazione, di sostanza, a supporto dei compagni. 
L’OltrepoVoghera raccoglie quello che semina, quello che produce. Ha quella giusta dose di fortuna, ma se la cerca sempre. E anche nella disgrazia di aver perso contemporaneamente tre giocatori del calibro di D’Aniello e Coccu (infortunio) e Chimenti (espulso che squalifica da scontare sabato 14 ottobre nell’anticipo di Inveruno), è riuscito a mettere in mostra cuore, carattere, spirito di gruppo, dei suoi ammirevoli giovani, disposti al sacrificio e con la voglia e la fame dei tempi migliori.

Mister Balestra rinuncia a due “senatori”, ovvero al regista D’Aniello (lesione al polpaccio accusato contro il Borgaro) e all’esterno offensivo Coccu (anche per lui problemi muscolari al retro della coscia destra). A centrocampo c’è il ritorno del giovane Bertelli (2000) in mediana e di Romano in attacco dal primo minuto. Il Varese, 7 punti in meno dei rossoneri (incredibile, ma vero), in trasferta ha ottenuto un solo punto in tre gare (a Borgaro Torinese) ed è reduce dal 3-2 in rimonta contro il Derthona. Ha sempre subìto reti, di cui sei incassate lontano dall’Ossola.
Moduli: OltrepoVoghera che conferma il 3-5-2 in fase di possesso che dicenta un 5-3-2 in fase di non possesso, Varese con il 4-4-2, ma con Rolando a destra e Repossi a sinistra che in fase di possesso si alzano molto facendo linea con le punte che sono invece Longobardi e Molinari. Si comincia. Calcio d’avvio battuto dall’OltrepoVoghera.

Al 5’ primo miracolo di Cizza che in tuffo devìa un destro a giro ravvicinato di Longobardi che in area aveva eluso con una finta l’intervento di Allodi. Ancora Varese. Palla in area (6’) di Rolando per Molinari che si aggiusta la sfera, si gira e calcia in porta, colpendo il palo esterno alla sinistra di Cizza. Reagisce al 9’ l’OltrepoVoghera. Cross dalla sinistra di Aramini, di testa Romano alza la traiettoria sopra la traversa. Sinistro di Rolando dalla distanza, forte e teso, sul Cizza fa in presa sicura. Dopo un avvio veemente del Varese che ha creato più di un grattacapo all’OltrepoVoghera, i rossoneri hanno trovato il giusto assetto e ora la gara è decisamente più equilibrata. Dopo una zuccata (involontaria) tra Romano (che ha colpito anche il pallone di testa) e Ferri, il centrale e capitano del Varese ha la peggio e rimane a terra infortunato. Soccorso dai sanitari biancorossi si rialza e continua regolarmente a giocare. 

Al 27’ si infila in contropiede Molinari affrontato spalla a spalla da Allodi, l’attaccante calcia in corsa con il destro, pallone sul fondo. Al 39’ mischia in area Varese, con Bertelli che cerca lo spunto, poi palla a Bondi che calcia in corsa, palla che sarebbe uscita ma che è stata ostruita dal corpo di Romano. Si salva il Varese nella circostanza. Al 44’ l’OltrepoVoghera sblocca e va in vantaggio. Palla crossata dalla sinistra da Aramini, nella zona del primo palo, intervento sia Bondi che Rudi, la palla (deviata) coglie in pieno il palo alla destra di Bizzi, poi si impenna e torna in campo la palla, si avventa Romano che di testa schiaccia in rete. Un solo minuto di recupero, squadre negli spogliatoi con i rossoneri avanti 1-0.
Si riparte. L’OltrepoVoghera toglie il giovanissimo Bertelli (2000), inserendo sempre un centrocampista, Monopoli. Il Varese rimane con gli stessi 11.

Pareggiano subito i biancorossi (2’). Repossi servito in area resiste alla spallata di Maione, poi crossa teso, palla respinta da Cizza in uscita, ma sulla respinta arriva come un falco Longobardi che con la zampata vincente, pareggia. Partita che torna in perfetta parità. Monopoli (9’) da poco entrato, prova il destro da fuori area, palla alta sopra la traversa. Gran destro di Bondi (14’) da fuori area, con sfera che sibila il palo alla destra di Bizzi. Ci prova ancora Repossi dalla destra e dentro l’area (quasi la posizione del tiro-cross del gol del pareggio), questa volta però Cizza va in presa sicura e fa sua la palla. Cross ampio da sinistra di Aramini (18’), Romano mette giù per Monopoli che in corsa cerca l’angolo lontano, palla sul fondo. Bella e buona reazione rossonera dopo aver incassato l’1-1 di Longorbardi. Al 27’ torna in vantaggio l’OltrepoVoghera. Dalla bandiera batte Maione, pallone dentro l’area piccola, dove Romano con il piatto destro indovina l’angolo alla sinistra di Bizzi. OltrepoVoghera che resta poi in 10 uomini. Chimenti va direttamente su Repossi e lo spinge da dietro con le mani. E’ già ammonito, arriva un altro giallo, e quindi il rosso. Fuori Chimenti, rossoneri in vantaggio (2-1), ma in inferiorità numerica.

Al 33’ battibecco tra i due direttori sportivi in panchina: da una parte Fabrizio Bianchi (OltrepoVoghera) e Alessandro Merlin (Varese). Tra i due si contrappone mister Balestra. L’arbitro osserva ma non prende provvedimenti. Il Varese non ci sta a perdere e si sbilancia. Pozzi, da poco entrato, lotta su ogni pallone e a tempo scaduto, parte spalla a spalla con un difensore, per un contropiede che potrebbe portare a trovare il 3-1. Il giovane attaccante non ha la forza di bruciare Rudi sullo scatto. Il Varese si salva e riparte a testa bassa, mandando all’offensiva anche l’esperto centrale Ferri, capitano biancorosso. L’OltrepoVoghera si difende con ordine e non dà mai l’impressione di cedere. Anzi lotta su ogni palla e respinge. Il Varese non calcia quasi mai nello specchio della porta. Cizza deve compiere ancora qualche uscita aerea. Poi il recupero, inizialmente di 5’, si allunga di un altro minuto. L’OltrepoVoghera chiude in attacco, sotto la spinta del suo pubblico, che urla: “Voghe, Voghe”. E che alla fine è tutto in piedi ad applaudire capitan Di Placido e compagni che escono dal terreno di gioco rispondendo all’applauso. Il Varese, invece, a testa bassa, subisce il processo, dai propri sostenitori.

Clicca qui per i risultati delle altre squadre. 

C.s.

Galleria foto

Tags

Scopri ora le nostre offerte

Altri articoli nella stessa categoria