Notizie Voghera, Sport

Venerdì, 15 Dicembre 2017
Ultimo agg: 15 Dicembre 2017, 16:35
Facebook Twitter Instagram

OltrepoVoghera le prove tutte e interrompe la striscia nera di 4 ko

Con l’Olginatese che alza il muro si affida al contropiede e alla fine arriva un punto.

Serie D, girone A: OLTREPOVOGHERA – OLGINATESE / 0-0

OLTREPOVOGHERA (3-5-2): Cizza; Allodi, Di Placido, Bettoni; Colombini (9’ st Coccu), Chimenti, D’Aniello (40’ st Bondi), Maione, Tresca; Romano, Pozzi (9’ st Di Palma). A disposizione: Re, Ghidini, Brega, Belluzzo, Bertelli, Guasconi. Allenatore: Balestra.
OLGINATESE (3-5-2): Iali; Calloni, Carlone, Menegazzo; Valenta, Lacchini, Calviello (8’ st Tchetchoua), Esposito (22’ st Passoni), Caputo; Canalini (36’ st Tremolada), Mangiarotti. A disposizione: Festinese, Frigerio, Cedric, Cantù, Montasio, Todeschini. Allenatore: Arioli.

ARBITRO: Frosi di Treviglio. Assistenti: Tambone di Bologna e Cardona di Catania.

NOTE: Giornata: soleggiata e non fredda. Ammoniti: Colombini, Di Placido, Bettoni (OV); Canalini (O). Espulsi: nessuno Angoli: 4-3 per l’OltrepoVoghera. Recupero: pt 0', st 5'. Spettatori: 500 circa, con rappresentanza ospite.


VOGHERA (PV) - Un punto, meglio che zero. Come era accaduto con Inveruno, Bra, Gozzano e Folgore Caratese. L’OltrepoVoghera le prova però tutte, contro l’Olginatese, soprattutto nel secondo tempo, dove segna anche un gol con Bettoni quasi allo scadere, ma che viene annullato per un presunto fallo sul portiere ospite, Iali. Protagonista, qualche azione prima, in un’uscita volante su punizione di D’Aniello dalla sinistra, che invece della palla, prende in pieno la tempia di capitan Di Placido. Poi, sulla ripartenza, l’Olginatese rischia addirittura di passare in vantaggio. Ecco due episodi sui quali servirebbe soffermarsi e fare chiarezza, anche con l’ausilio delle immagini. Ma al di là di queste due azioni “incriminate”, va sottolineato come l’OltrepoVoghera abbia finalmente ritrovato la sua compattezza difensiva, dove a centrocampo si è visto giocare molto più in verticale che in orizzontale e dove in attacco (forse) non sono arrivate quei rifornimenti che Romano, Pozzi e Di palma poi, si auguravano di avere, anche se di palloni dentro l’area (o da dietro, o su punizione, o da angolo, o dalle fasce), l’OltrepoVoghera ne ha mandati. Ha fatto la sua buona figura il portiere Iali, un ex molto lontano, dell’SBC Oltrepò che fece la serie D. A tempi, in quella squadra, diciottenne come lui, c’era anche D’Aniello. Iali, che ha trascorsi anche in serie C, ha tenuto a galla l’Olginatese che ha avuto, dopo qualche ripartenza, qualche palla che dentro l’area avrebbe potuto capitalizzare meglio. In un paio di circostanza ci ha messo una bella pezza capitan Di Placido e Bettoni, i due centrali che sono tornati a dettar legge e a far sentire il loro peso difensivo. In mezzo al campo Chimenti è parso più in spolvero, con recuperi e giocate a spiovere, così come il giovane Maione ha offerto un’altra prova di professionalità, dettando passaggi ai compagni e dando profondità all’azione. Nella ripresa, dove i rossoneri hanno dato il loro meglio, mister Balestra ha cercato da subito di dare man forte all’attacco, inserendo contemporaneamente Coccu (che rientrava dall’infortunio) e Di palma. La squadra ha sfruttato la loro vivacità e ha spinto molto di più. Nel finale poi dentro anche l’altra punta Bondi, con il 3-5-2 che si è trasformato in un 4-3-3 più offensivo. Peccato davvero che alla fine il muro dell’Olginatese non sia caduto. Anzi è caduto, ma ci ha pensato l’arbitro ha tirarlo subito su…

Mister Balestra recupera anche l’infortunato Coccu (che va inizialmente in panchina), oltre a Belluzzo, sebbene non ancora del tutto ok con la caviglia. Ora la rosa torna al completo o quasi, sul fronte infermeria. Con l’Olginatese le defezioni sono però rappresentate dalle squalifiche di Aramini e Monopoli, tra l’altro due giovani in quota Under (’99 e ’98). L’OltrepoVoghera, dopo aver colto 17 punti nelle prime 7 gare di campionato, è incappato in 4 sconfitte consecutive (Inveruno, Bra, Gozzano e Folgore Caratese).

L’Olginatese invece è tornata in salute, anche dopo il cambio in panchina e nelle ultime 4 sfide, ha raccolto due vittorie (una, sabato scorso nell’anticipo, contro la capolista Gozzano ancora imbattuto) e due pareggi.
E’ sempre 3-5-2 per l’OltrepoVoghera, con il ritorno dal 1’ minuto a centrocampo di Chimenti rispetto al match con la Folgore Caratese e il ripescaggio in attacco del giovane Pozzi (classe ’99) che completa la rosa dei primi quattro giovani da schierare nell’undici di base (gli altri sono Cizza, Maione e Tresca, quest’ultimo anche lui al rientro dal 1’ minuto dopo l’infortunio alla spalla).
Si parte. Calcio d’avvio battuto dall’Olginatese che applica un 3-5-2 speculare. Sono i padroni di casa ad assumere per primi l’iniziativa. OltrepoVoghera più corto nella propria metà campo pronto a ripartire in contropiede. Sull’assist di D’Aniello (10’), Pozzi prova l’allungo in area, sull’uscita di Iali e l’accorrere di un difensore che risolvono la situazione. Al 13’ Maione vince un corpo a copro a metà campo e poi innesca Romano verso la porta, Iali ancora una volta anticipa l’attaccante rossonero in uscita. Ci prova Chimenti (21’) con il sinistro dalla distanza, palla non lontana dalla traversa della porta di Iali. Mangiarotti su punizione (provocata da una trattenuta di Colombini ai danni di Caputo che ha fruttato l’ammonizione al rossonero), direttamente in porta, con Cizza che in presa alta fa sua la sfera. E’ il turno di Esposito (25’) che su passaggio all’indietro di Mangiarotti, scarica di destro verso la porta, palla rasoterra che esce sul fondo. Affondo di Romano (27’), tiro cross che Carlone mette sul fondo in calcio d’angolo. Bello spunto di Tresca a sinistra (31’), che dopo uno scambio con D’Aniello, entra in velocità dentro l’area evitando due avversari, poi va al cross, deviato in calcio d’angolo. Al 37’ punizione (conquistata ancora da un’iniziativa in dribbling di Tresca) per l’OltrepoVoghera, che D’Aniello dai 30 metri calcia altra sopra la traversa. Al 39’ altro allungo a metà campo di Maione che parte in corsa, poi vede Romano, rimpallo dentro l’area, ci prova Pozzi per due volte, con palla deviata. Insiste l’OltrepoVoghera che con Chimenti (41’) va al tiro, dopo che Iali era un po’ fuori dai pali per un pressing da parte di Pozzi. Romano (43’) in sforbiciata al limite dell’area di rigore, palla deviata in angolo, ma l’arbitro non ne vuole sapere di assegnarlo. Nessun minuto di recupero. Si va puntuali al riposo. Nulla di fatto tra le due squadre. Qualche sussulto in più da parte dell’OltrepoVoghera che ha cercato l’ingresso in area e il tiro, ma senza creare sino ad ora clamorose occasioni da rete. Olginatese che controlla e prova il contropiede, trovando spesso la difesa rossonera a respingere.
Si riparte. Nessun cambio. Ma al 9’ arriva il doppio cambio nell’OltrepoVoghera: dentro Di Palma e Coccu, fuori Colombini e Pozzi. Bettoni (11’) va sul fondo e crossa teso sul primo palo, dove accorre Di Palma, ma pure Iali che in uscita risolve tutto. Al 14’ cross di Canalini in area, Allodi non ci arriva a chiudere, Mangiarotti sbuccia con il sinistro calciando indietro la palla invece che verso la porta di Cizza. Al 18’ non filtra la sfera in area di Romano per Maione che si sarebbe trovato solo davanti a Iali. Insiste l’OltrepoVoghera ad attaccare ma l’Olginatese in contropiede è sempre pericolosa. Al 20’, ancora Maione, si rende protagonista di uno scambio con Romano e poi di un tiro con il destro a giro a cercare il palo più lontano, con palla che passa distante un metro alla sinistra di Iali. Al 30’ Mangiarotti servito in area prova quasi da terra ad agganciare, ma non riesce a calciare, reclamando di essere stato disturbato da un difensore rossonero. Si prosegue. Al 33’ palla in mezzo all’area, saltano in tanti, anche Iali in uscita alta non prende palla ma colpisce alla testa capitan Di Placido, la sfera rimane nei pressi della riga di porta e viene poi rinviata (potevano starci gli estermi del calcio di rigore per intervento del portiere sul difensore dell’OltrepoVoghera). Al 38’ Bettoni con il sinistro fuori dall’area prova a sorprendere Iali che para a terra alla sua sinistra in due tempi. Al 39’ affondo del neo entrato Tremolada a sinistra, cross corto, esce Cizza a fa sua la sfera con un tuffo a terra. Concessi 5’ di recupero. Allungo di Coccu al 46’, palla a Romano, quindi in mezzo per il neo entrato Bondi, Iali si trovare pronto nell’uscita. Realizza Bettoni (49’), ma l’arbitro annulla per un fallo in mischia, forse su Iali in uscita aerea su un gruppo di giocatori in area piccola. Episodio che resta molto dubbio. Iali aveva sì la palla ma non era riuscito a trattenerla ma non perché qualcuno glielo avesse impedito. Poi la sfera è danzata in mezzo a tanti, poi Bettoni con il sinistro l’ha infilata. Ma forse non era destino che arrivassero di colpo, già, i tre punti.

Clicca qui per i risultati delle altre squadre. 

Galleria foto

Tags

Scopri ora le nostre offerte

Altri articoli nella stessa categoria