Occhio Pavese, Notizie Pavia

Mercoledì, 18 Ottobre 2017
Ultimo agg: 17 Ottobre 2017, 19:41
Facebook Twitter Instagram

Pavia: «no» dei commercianti alla pista ciclabile in centro, ma il Codacons frena

L'Associazione consumatori: «il Comune non receda dalla sua decisione, ne va della salute dei cittadini»

PAVIA (PV) - I commercianti di corso Garibaldi hanno iniziato una raccolta firme chiedendo all’amministrazione Depaoli di eliminare la pista ciclabile istituita sul corso, inserita – a loro dire - in un contesto inadatto «a causa delle tante attività commerciali della zona». Attività che sono sul piede di guerra, perché - sempre a dire dei firmatari - «questo intervento farà morire il commercio».


D'altro parere il Codacons che, pur prendendo atto delle riserve dei cittadini, osserva che non ci si può lamentare della scarsa qualità dell’aria e poi osteggiare qualsiasi tentativo di combattere il problema: «solo due giorni fa commentavamo la notizia dell’innalzamento dei valori di PM10 nel centro di Pavia. Non è necessario ricordare il terribile dazio in termini di vite umane pagato ogni anno dai cittadini a causa dell’inquinamento atmosferico, soprattutto in città. 
Prosegue il Codacons: «non si può anteporre logiche commerciali ed economiche alla salute, bene primario ed inviolabile dell’individuo. Sfugge peraltro la correlazione tra pista ciclabile e diminuzione degli introiti delle attività commerciali. Si prosegua e si incentivi una politica ecologica a salvaguardia della salute dei cittadini.”
Nessuna logica commerciale può prevalere sulla salute

C.s.

Galleria foto

Tags

Scopri ora le nostre offerte

Altri articoli nella stessa categoria