occhio pavese, notizie, animali

Giovedì, 19 Aprile 2018
Ultimo agg: 23 Marzo 2018, 18:54
Facebook Twitter Instagram

Bovaro del Bernese: storia, caratteristiche e curiosità

Estremamente esuberante ed affettuoso, il carattere di questo esemplare è caratterizzato da una triplice attitudine: guardia, difesa e compagnia.

La storia del Bovaro del Bernese, chiamato anche "Sennenhunde" ha radici molto antiche. Originario delle campagne centrali della Svizzera e delle Prealpi Bernesi, questo cane tricolore di grossa taglia compare già in vasi decorati di epoca romana, che mostrano un cane a lui molto simile: alcuni sostengono addirittura che il Bovaro sia uno dei progenitori del San Bernardo e di qualche altro molosso, tra cui il Rottweiler.

I primi allevamenti puri della razza sono datati al 1907, ad opera di allevatori della regione di Burgdorf. Nel 1910, infatti, in occasione di una mostra cinofila, vennero presentati ben 107 esemplari. E' da quel momento che la razza prese il nome di "Bovaro del Bernese".
Solo fine degli anni '40 sono documentati alcuni incroci con degli esemplari di Terranova per riuscire a stabilizzare meglio la razza.



In passato il Bovaro veniva utilizzato come cane da mandria, da contadino e da lavoro, e a questo si deve il soprannome di "Vaccaro" o "Cane da stalla". Nonostante negli ultimi secoli questo esemplare abbia rischiato l'estinzione, oggi è molto diffuso in Europa, ed è divenuto più che altro un cane da famiglia.

Vediamo ora alcune caratteristiche di questo splendido esemplare di razza: il Bovaro è un cane di grossa taglia, molto robusto e agile. Il suo pelo è ungo e folto pelo, caratterizzato da tre colori: nero, bianco e marrone. Ha una testa massiccia, un tartufo nero piuttosto grande e possiede ben 42 denti. Le orecchie sono di forma triangolare, non molto grandi, a differenza dei suoi dolci occhi scuri.
I maschi di questo esemplare solitamente sono alti da 64 cm a 70 al garrese, mentre le femmine da 58 a 66 cm. Il peso medio di questi esemplari va dai 40 ai 48 kg, mentre la loro durata media di vita è di soli 7 anni, ma questo esemplare può anche arrivare fino ai 12-13 anni.

ll carattere del Bovaro è molto esuberante ed affettuoso, aiutato anche dal suo aspetto benevolo, che lo rende molto simpatico: si dimostra diffidente con gli estranei ma non diventa mai inutilmente aggressivo. Si mostra invece piuttosto socievole con i suoi simili. Nei confronti dei bambini è molto giocherellone, per questo viene amichevolmente soprannominato "babysitter".
In definitiva, si può ben dire che il carattere di questo esemplare sia caratterizzato da una triplice attitudine: guardia, difesa e compagnia.
Questa razza tende ad affezionarsi molto ai suoi padroni, ma in particolar modo riconosce in un elemento della famiglia il suo capobranco e investe su di lui una profonda lealtà. Non vede di buon occhio la sottomissione servile, per questo è importante insegnargli una buona educazione sin da cucciolo, con modi garbati e mai bruschi.

Ecco ora una piccola curiosità su questa razza: il Bovaro del Bernese ha bisogno di stare in compagnia dei suoi padroni, in quanto soffre molto la solitudine. Se viene allontanato o lasciato in un recinto, può diventare anche molto aggressivo.

 

Photo Credit: http://www.cani.com
Photo Credit: http://www.cibocanigatti.it
Photo Credit: http://www.notizie.it

Galleria foto

Scopri ora le nostre offerte

Altri articoli nella stessa categoria